Personal tools

You are reading the articles stored in Pubblica amministrazione

Oct 24, 2012

Plone: dalla semplice modulistica e carta stampata, alla modulistica on-line  - parte 2

Smettere con la carta: si può!

Plone: dalla semplice modulistica e carta stampata, alla modulistica on-line - parte 2

Filed Under:

Continuiamo la nostra esplorazione di auslfe.formonline.pfgadapter mostrando ora alcuni esempi passo passo ed esplorando le altre funzionalità fornite

Nel precedente articolo abbiamo parlato della generazione di modulistica online con Plone; ora andiamo avanti proponendo qualche esempio di implementazione.

Si comincia

Il nostro Ente fittizio ha una regola: ogni nuovo dipendente, se necessita di una connessione Internet dal proprio computer, deve richiedere l'attivazione della stessa tramite un modulo (ah... la cara vecchia burocrazia).

Il form di generazione di questo documento si trova in un'area della nostra intranet, una sezione dell'ufficio IT pubblica ed accessibile a tutti.
Il form è stato generato dall'ufficio IT stesso chiedendo i pochi dati necessari.

Compilazione modulo

read more

Oct 22, 2012

Plone: dalla semplice modulistica e carta stampata, alla modulistica on-line - parte 1

Ti senti imprigionato dalla modulistica cartacea?

Plone: dalla semplice modulistica e carta stampata, alla modulistica on-line - parte 1

Filed Under:

Rendiamo giustizia a un prodotto Plone per gestire la modulistica on-line. E' disponibile da tempo ma, probabilmente per scarsità di documentazione, mai compreso abbastanza!

Ogni media/grande azienda o un qualunque ente pubblico si trova a dover gestire quel Mostro Sacro che è la modulistica.
Per ragioni storiche, l'Uomo ha sempre associato la modulistica a un documento cartaceo, che passa di scrivania in scrivania e viene modificato durante il tragitto (compilato, timbrato, modificato, ...) fino alla sua posizione finale (il bidone del riciclo della carta o un archivio).

Siamo poi arrivati all'Era Moderna...

...abbiamo pochi bit, brandelli d'informazione. Ma quello che sappiamo per certo è che un bel giorno, all'inizio del Ventunesimo secolo, l'umanità intera si ritrovò unita all'insegna dei festeggiamenti. Grande fu la meraviglia per la nostra magnificenza mentre davamo alla luce... la modulistica on-line

... per poi scoprire che l'implementazione più diffusa di modulistica on-line esistente è ancora oggi "mettere il PDF da qualche parte e farlo scaricare".

Non fraintendete, questo è stato davvero un grosso passo avanti: i cittadini e i dipendenti di un'azienda possono cercare su Google o sul proprio CMS i moduli necessari e scaricarli in modo autonomo. E' davvero tutto molto bello, se non fosse che poi il documento viene stampato... e riparte il suo ciclo di vita.

Possiamo fare di meglio?

read more

Jun 21, 2012

PloneGov Day SGP 2012: l'età della ragione

Un pubblico concentrato al PloneGovDay 2012

PloneGov Day SGP 2012: l'età della ragione

Filed Under:

PloneGov Italia: una decisa accelerazione è in vista. Posti di fronte alla massa dei risultati fin qui ottenuti, censiti sul sito dell'iniziativa, i principali stakeholder decidono che il tempo della vera collaborazione è arrivato

(Ri)nascita di una consapevolezza

"Fusse che fusse la vorta 'bbona?"... I falsi allarmi non sono mancati in passato, e d'altronde per promuovere una community bisogna spendersi senza risparmio. A maggior ragione se questa community è PloneGov Italia che, come dice il sito dell'iniziativa, "...non ha struttura formale, non ha organi, non ha budget, non ha cariche, non ha costi, non ha spese."

Logo PloneGov Italia

Quando, nel 2007, assieme a Camera di Commercio di Ferrara, Comune di Modena e Regione Emilia Romagna, iniziammo a pensare alla branca nazionale di PloneGov, già sapevamo che l'associazione, per non spaventare le PA, avrebbe dovuto essere la più leggera e informale possibile. Era anche chiaro il costo di questa semplicità: una natura assolutamente volontaristica dell'attività di gestione.

Da cinque anni, stiamo aiutando gli Enti a parlarsi e a collaborare. Le soddisfazioni non sono mancate, ma sempre accompagnate dalla frustrante sensazione che l'autocombustione fosse ancora lontana, e che la scintilla RedTurtle fosse sempre indispensabile a far partire il motore PloneGov. Poi, da qualche mese, la svolta: sempre più spesso, assessori intraprendenti nostri Clienti, come quelli di Pieve di Cento e San Giovanni in Persiceto, ci contattano con una domanda in testa: "Ma quando è che qualcuno si prenderà la briga di mettere assieme tutti i pezzi già disponibili e di creare il Plone dei nostri sogni?"

read more

Apr 02, 2012

OSEPA: Praga e Jihlava per il FLOSS

Filed Under:

PloneGov mi ha regalato un'altra opportunità per viaggiare: questa volta, in Repubblica Ceca

Jihlava: dormire in un monastero e ostello domenicano, con le croci bianche e nere che mi riportano a Bologna. Una vegetazione da bosco alpino, un paesaggio dolcemente ondulato a una quota da bassa collina: Taccole grandi come Cornacchie, un Codirosso Spazzacamino che non vola via, un faggio millenario dietro la antica basilica domenicana.

Un clima suggestivo, che non mi fa scordare le molte aspettative per la presentazione sul modello di business sostenibile, basato su PloneGov, simile a quella presentata allo workshop OSEPA di Bologna, ma molto ampliata nel respiro e nel peso delle metafore.

Vysocina coat of arms

Ma, tornando all'ambiente che mi circonda, non posso che trovarmi a mio agio in una regione che nella propria araldica mette in primo piano un porcospino, in una nazione in cui il personaggio più amato dai bambini è una talpa :-). Qui a Jihlava, i negozi di biciclette e articoli sportivi superano di gran lunga quelli di alimentari. A dispetto della densità "norvegese" di centri abitati, sparsi in mezzo a questa natura così ben conservata, la Vysocina è una punta di diamante digitale (il suo primo presidente è stato un esperto di IT). E lo si nota anche nel Palazzo della regione, che affianca architettura classica e moderna, con molta luce, e anche qui animali su tutte le pareti, dentro e fuori dagli stemmi.

Palazzo regione Vysocina

E prima, Praga, così più larga e luminosa di quanto non avessi capito da foto e documentari: una bellezza sfacciata, ancor superiore al pur innegabile fascino.

Il piccolo investimento per seguire fin qui la Regione Emilia Romagna (grazie per l'invito!) è stato ampiamente compensato dal piacere di un keynote talk di fronte a un pubblico di nazionalità e estrazione variegata, e dalla scoperta della Repubblica Ceca che, già lo sapete, vale il viaggio.

 

Gli highlight degli interventi li potete leggere da soli sul sito della conferenza. Una rassegna di foto sulle nostre pagine facebook restituisce il clima rilassato e produttivo della quattro giorni (due di workshop a Praga e due di conferenza a Jihlava con sessioni parallele)

Osepa Conference - pubblico sala 2

Per quello che ci riguarda, la cosa più interessante è stato il dialogo sul procurement di soluzioni free software, con esperti della Commissione e protagonisti di esperienze pilota come quella Svedese, che ha suscitato l'interesse del team della Regione al cui seguito ho vissuto questa piacevole esperienza. Il tutto condito di relazioni di Amministratori locali estremamente determinati nel puntare sul software libero per la regione più avanzata su questo fronte, in ambito nazionale.

Logo OSEPA

Il quadro tracciato da OSEPA ha le sue ombre (tutti sono d'accordo che la classe politica va educata riguardo al free software) ma nel complesso è confortante: a margine, avere incontrato esperti di Plone, come Robert Kratky di Liberix, non è stata una coincidenza. Già la Plone Conference di Budapest aveva rivelato le numerose esperienze in atto in Europa Orientale.

Il prossimo appuntamento sarà a luglio a Bologna: spero di avere di nuovo l'opportunità di rivedere le persone interessanti, direi tutte, che ho incontrato.

Mar 05, 2012

Indice delle Pubbliche amministrazioni: nuova procedura di accreditamento

Filed Under:

L'indice delle pubbliche amministrazioni (IPA) ha cambiato le politiche di accesso alla propria baca dati: secondo noi una scelta discutibile

L'indice delle pubbliche amministrazioni http://www.indicepa.gov.it/ ha cambiato la politica con cui si puo' interrogare il database LDAP.

Logo Indice delle Amministrazioni Pubbliche

Da lunedì 16 gennaio 2012, l'accesso ai dati dell'IPA tramite protocollo LDAP sarà possibile solo agli utenti che avranno preventivamente richiesto e ottenuto le necessarie credenziali d'accesso.

Per dar modo a tutti gli utenti di munirsi di tali credenziali, è attiva un'apposita procedura di registrazione, cui si accede dalla home page.

Registrati all'LDAP

Come si rileva dalla homepage, l'acceso all'LDAP è ora disponibile soltanto previo accreditamento e registrazione al portale stesso, il che costringe qualsiasi PA a munirsi di tali credenziali.

La scelta a nostro modesto parere è fortemente limitante (non sembra giustificata da particolari normative di legge) e obbliga qualsiasi procedura che fino a oggi interrogava liberamente la banca dati a modificare le proprie politiche di accesso.

In ogni caso gli step di accreditamento sono documentati sul portale.