Personal tools

Nov 09, 2009

Ploneconf2009: un breve sommario

Archetypes è morto: lunga vita ad Archetypes

Trovo finalmente il tempo di riassumere i punti salienti della Ploneconf 2009 di Bupadest.

La grande verità

Per la prima volta dai tempi di Plone 2.0 sono davvero convinto che il nostro amato e ben conosciuto Archetypes venga lentamente mandato a morte. La sua sarà una lenta e non facile caduta e molto probabilmente i suoi pezzi vivranno fino ai tempi di Plone 5, ma a differenza di tutte le altre volte l'alternativa che si sta disegnando è reale e soprattutto da qualcosa che Archetypes non aveva.

Sto ovviamente parlando di Dexterity. Questo nuovo framework promette maggiore velocità (il talk di David Glick intitolato "Building Content Types with Dexterity" ha anche mostrato qualche cifra, ma nulla di eccezionale a dire il vero, un particolare confermato anche da Wichert Akkerman nel suo intervento di cui parlo sotto), si integra in modo completo con la ZCA e l'uso delle interfacce... ma non sono questi i particolari che credo determineranno il suo successo.

Per la prima volta non si sta semplicemente fornendo una modo alternativo, ideologicamente più bello ma nella pratica più limitato, per ottenere esattamente quello che Archetypes già fornisce (ho visto vari di questi tentativi in passato, e anche Rok Garbas ci ha riprovato nel suo talk intitolato "Complex Forms with z3c.form"). Dexterity offre una grande nuova funzionalità che è la generazione dei contenuti via Web!

Per chi di voi ha già usato prodotti come ATSchemaEditorNG e derivati, questo potrebbe non sembrare niente di veramente nuovo, ma questa volta la differenza sta nel fatto che questi contenuti saranno esportabili come codice perfettamente funzionante e modificabile.

L'utente Plone potrebbe quindi generare autonomamente i propri modelli dati e richiedere interventi di sviluppo sono per ottenere risultati che l'interfaccia Web non offre... eccezionale!

Le slide e gli esempi sono da analizzare (forse un tantino esagerata anche l'inclusione opzionale dei componenti Grok... ma lo perdoniamo).

Il prodotto attualmente presenta alcuni limiti e mancate funzionalità che non lo fa consigliare per la produzione, ma sono tutte cose che verranno facilmente superate nel breve. Probabilmente Dexterity diventerà lo standard dello sviluppo in Plone 4, convivendo (forse non troppo pacificamente) con Archetypes, per diventare l'unico ospite in Plone 5.

De-cosa?

Era dappertutto e se ne parlava dappertutto... Deco!
Confesso che non mi sono assolutamente interessato all'argomento fino alla conferenza e anche durante la stessa ho schivato tutti i talk a riguardo, poi mi sono ritrovato ad uno degli incontri nella terza giornata (dedicata agli Open Space) in cui l'argomento era "pagine composte" e l'intervento di Limi ha portato l'attenzione su questo nuovo giocattolo.

Deco si dovrebbe occupare solo del layout. Tutti noi potremmo continuare ad utilizzare l'approccio di oggi (creo un contenuto, genero la sua vista) oppure basarci sul layout Deco che permetterà il movimento dei componenti della pagina (tiles) tramite drag & drop.

A sentire Limi l'accessibilità della pagina (intesa come validazione del codice) rimane garantita se si parte da un buon XHTML. Vedremo!

A ruota libera

Essendo finiti gli argomenti principali, finisco con una breve panoramica su alcuni interventi minori che ho trovato per qualche motivo interessanti.

Euphorie: combining grok, dexterity sql content in a single application - Wichert Akkerman.
Wichert ci ha offerto un interessante talk su come usare Plone senza usare Plone. La descrizione di un progetto dove Plone veniva completamente privato di ogni suo componente (sharing, versioning, ...) e dove i dati venivano presi da database relazionale...
...forse conveniva non usare Plone? :-)

plone.app.discussion - Timo
Un veloce incontro negli openspace su un vecchio argomento mai completamente risolto (speriamo sia la volta buona) un nuovo prodotto, speriamo il nuovo prodotto, per gestire i commenti ai contenuti in Plone. Sarà compatibile con Plone 3.3 e diventerà parte del sistema in Plone 4.1.
plone.app.discussion promette la moderazione dei commenti e un workflow per questi, ovviamente personalizzabile. Era ora!

Very frequently asked questions answered for the last time :-) - Andreas Jung
Come potevo non partecipare? Chi di voi non è mai stato ripreso da A.J. almeno una volta?
La persona più "diretta" della mailing list plone-users che ripeteva per l'ennesima volta, nel modo più gentile possibile, alle domande che troppo spesso si è sentito fare (lo so... non erano davvero dirette a lui...).
Non mi sono stupito del suo intervento dopo la lunga discussione che è sfociata nel flaming poche settimane prima della conferenza...
Ho trovato divertente vedere come il giorno dopo qualcuno abbia comunque fatto domande troppo banali nella lista... e con lo stesso approccio di sempre abbia ricevuto in regalo le risposte di A. Jung!

comments powered by Disqus