Personal tools
Smart City Exhibition, intelligenza dalla semplicità

Free Software, Open Smartness!

Nov 07, 2012

Smart City Exhibition, intelligenza dalla semplicità

Ospiti di Regione Emilia Romagna all'evento top del 2012 sulle Smart City, raccontiamo come, nella visione di PloneGov Italia, il software free è anche smart

Una piccola, ma importante, parte in un grande spettacolo: bello esserci!

La capacità di portare avanti, grazie al software libero, un modello di business sostenibile per il settore pubblico, continua a garantirci una posizione di privilegio in eventi come la Smart City Exhibition di Bologna, dove siamo stati invitati tra i relatori ospiti nello stand della Regione Emilia Romagna nell'ambito di un breve convegno dedicato a free software e smart innovation.

Banner_RER_SCE

La Regione ha organizzato i propri spazi in modo molto intelligente: lo stand è tutto stato costruito attorno al piccolo e sempre affollato spazio per le presentazioni, attorniato da dodici postazioni satellite presidiate a rotazione dai rappresentanti di nuove imprese e di agenzie e progetti regionali.

Stand_RER_SCE

E' stata un'occasione buona per focalizzare i non pochi aspetti "smart" della collaborazione proattiva tra i membri di PloneGov Italia, che ho cercato di sintetizzare in due slide:

Smart_01

uso_repository_free

 

 

 

 

 

 

 

 

Italia e Finlandia: non così lontane...

E' stato molto interessante paragonare il modello PloneGov con quello di City SDK, iniziativa Finlandese ottimamente illustrata da Marja Mattila, basata su un approccio collaborativo comunitario che coinvolge soprattutto sviluppatori freelance, e su un framework di interoperabilità dei servizi valido a scala Europea. Questa esperienza, fortemente incentrata sulla co-progettazione basata su requisiti pubblici, rappresenta il modello a cui tendere per PloneGov Italia, come ricordato in un post precedente.

Le strategie di approvvigionamento all'estero sono decisamente più flessibili di quelle nostrane. PloneGov Italia è al lavoro per vedere quali di queste best practice siano compatibili con la Legge italiana e con le esigenze di "resource pooling" che caratterizzano la co-progettazione di soluzioni software libere.

La strada sarà lunga? Forse: noi intanto ci siamo avviati.

Filed under: , , ,
comments powered by Disqus